I più venduti

Azienda

La Storia

storia torrisi

100 anni, chicco dopo chicco.

Cresciuto tra i profumi e gli aromi del pepe, della cannella, dell’uvetta sultanina e del caffè, Francesco Torrisi è il fondatore di un'industria che da 100 anni produce il caffè siciliano più bevuto dai siciliani. Sin dalla sua nascita, l’azienda si contraddistingue per la sua costante crescita e per la politica commerciale adottata, sempre trasparente, corretta e basata sulla professionalità. Già alla fine degli anni quaranta la Torrisi organizza una distribuzione capillare di caffè tostato, in confezioni sigillate, e a partire dagli anni sessanta la Supermiscela Torrisi si afferma come la miscela preferita da tutte le famiglie siciliane. Da allora le tecniche di produzione e quelle per la conservazione sottovuoto si sono evolute con l’obiettivo di mantenere inalterati l’aroma e la fragranza del nostro caffè fino al momento del consumo. Oggi milioni di chilogrammi di caffè vengono lavorati nell'ampio stabilimento della Compagnia Meridionale Caffè, dove, grazie alla ricerca e all’uso delle più avanzate tecnologie, vengono imprigionate anche le componenti più volatili dell’aroma del caffè.

Lavorazione

Il caffé Torrisi in atmosfera inerte

L’evoluzione della tradizionale tecnica di conservazione del caffè torrefatto, cioè il sottovuoto, ha evidenziato una serie di piccoli inconvenienti tra cui, il più importante, la perdita, in un tempo più o meno limitato, di alcune componenti dell’aroma. Riuscire a catturare anche la parte più volatile dell’aroma, e quindi fornire un prodotto “totalmente” protetto, è stato il nostro obiettivo. Immettere all’interno della confezione una calibrata atmosfera formata da gas inerte (che non lega chimicamente con le sostanze organolettiche contenute nel caffè) è la soluzione. Questa atmosfera, infatti, stabilizza tutte le sostanze instabili presenti nell’aroma bloccandole all’interno del chicco e creando così una protezione totale. Il sistema, ad elevato contenuto tecnologico, permette una perfetta e lunga conservazione del prodotto ed una sua precisa stagionatura. Questo spiega perché, anche dopo molti mesi, l'espresso Torrisi, ottenuto da miscele altamente protette, è sempre superiore e come se fosse fatto con un caffè appena tostato.

Tosti per natura

Il segreto di un buon caffè sta nella tostatura, cioè in quella operazione attraverso la quale al chicco vengono prima tolte alcune caratteristiche e poi gliene vengono date altre per renderlo profumato e inconfondibile. I tipi più diffusi di tostatura sono quello “blando” (all’americana) che conferisce ai chicchi un colore marrone bruno e quello più spinto (all’italiana) che dà ai chicchi un colore bruno-nero. Naturalmente la tostatura è un processo molto complesso e Torrisi, disponendo di apparecchiature sofisticate e funzionali, garantisce miscele semplicemente perfette dove i chicchi, oltre ad essere selezionati uno ad uno, sono tostati ad hoc. Ecco perché Torrisi è oggi il caffè siciliano per eccellenza.

Qualità costante

Il caffè, come è noto, è un prodotto agricolo e ogni chicco non è mai uguale all’altro per dimensione, forma e peso. Anche se nei paesi d’origine viene fatta già una selezione in base alla grandezza del chicco stesso, questa non basta per risolvere dei problemi di alterazione di aroma che nascono in fase di tostatura e si avvertono solo quando lo si beve. Infatti, a seconda della qualità di caffè da tostare, la tostatrice viene programmata sia per il “tempo di cottura” che per la “temperatura”; la minima variazione di grandezza e di forma del singolo chicco rispetto allo standard può far sì che lo stesso risulti bruciato (colore scuro) o poco tostato (colore marrone/verdastro). Questi chicchi “difettosi” possono, pertanto, portare le fastidiose alterazioni di aroma, quali sapore di bruciato o asprezza. La selezionatrice elettronica fotocromatica per colore assicura una qualità costante, eliminando sia i chicchi eventualmente bruciati che i poco tostati, e permette così di mantenere inalterate nel tempo le elevate caratteristiche delle miscele Torrisi. È proprio il caso di dire che le nostre miscele sono controllate chicco per chicco.

Gestione di Qualità

Il Sistema di Gestione

Nella consapevolezza che la cultura della "Sicurezza Alimentare" può essere raggiunta e mantenuta solo seguendo pratiche e procedure operative, sviluppate attraverso l'analisi dei rischi, la formazione del personale e la condivisione di buone pratiche igieniche, la Compagnia Meridionale Caffè S.p.A. ha implementato e mantenuto attivo un Sistema di Gestione della Sicurezza Alimentare, conforme alla Norma Internazionale UNI EN ISO 22000:2005 L'Azienda, inoltre, nell’ottica del miglioramento continuo delle proprie prestazioni e del conseguente conseguimento della soddisfazione del Cliente, ha implementato e mantenuto attivo un Sistema di Gestione della Qualità, conforme alla Norma internazionale UNI EN ISO 9001:2008. I suddetti Sistemi di Gestione sono stati entrambi certificati da un prestigioso Ente terzo.

  • Sistema conforme a Norma UNI EN ISO 22000:2005 Ente certificatore: Agroqualità S.p.A. Gruppo R.I.N.A. Numero certificato AG/SGSA-12/42
  • Sistema conforme a Norma UNI EN ISO 9001:2008 Ente certificatore: Agroqualità S.p.A. Gruppo R.I.N.A. Numero certificato AG/QMS-278/13/S

Visualizzati di ricente

Nessun prodotto

menu

Top
Confronta 0